#Attivazione.LoSpiazzo

DECALOGO D’ANIMA-AZIONE

Per agire come una vera squadra

Dopo aver curato il centro estivo, curiamo anche… gli animatori!

Quando, pur ciascuno con le sue diversità, gli adulti hanno dei valori e metodi educativi in comune, si crea un’atmosfera stabile e serena. Questo vale anche per gli animatori: se tra di loro c’è un “regolamento interno”, non solo sarà più facile lavorare assieme, ma anche i nostri ragazzi sentiranno che intorno a loro c’è una rete pronta a sostenerli e a valorizzarli.

(altro…)


IL VALORE DELLE COSE

Apprezzare gli oggetti giocando

Quanto abbiamo a disposizione ogni giorno e quanto lo diamo per scontato?

Quando viviamo in una situazione stabile è facile abituarsi a tutti i beni materiali di cui ci circondiamo: ma se quella stabilità venisse meno, quanto sarebbe difficile farne a meno? Quest’attivazione vuole appunto far riflettere sull’importanza di apprezzare anche le cose più “semplici”.

(altro…)


SANTA, TUTTA LA SETTIMANA

Anche lunedì, martedì e mercoledì…

A catechismo, ma anche in oratorio o in altri gruppi formativi della vostra comunità parrocchiale, si parla abbondantemente della Settimana Santa, che culmina nella Domenica di Risurrezione, vero e proprio lume portante di tutta la fede cattolica. A volte non è neppure così scontato dover ricordare, specie ai più piccoli, che la Pasqua è la festa principale di tutta la fede cattolica, non il Natale…

Ma, tornando al periodo pasquale, su quello che è noto come Triduo Pasquale, dal Giovedì al Sabato Santo, in realtà si dice anche moltissimo. Mentre invece ci chiediamo se si dice abbastanza anche del resto della Settimana Santa… Quanto ne sanno i nostri amici (e i loro catechisti) del resto della Settimana Santa? Perché, se di “Settimana” parliamo, allora i giorni sono sette, non tre! Giusto?

(altro…)


“DALLA CATTEDRA SI VEDE TUTTO!”

E dal banco, che cosa si vede?

Dopo anni d’insegnamento, si è abituati a vedere tutto da un solo punto di vista.

Eppure, a suo tempo tutti noi abbiamo visto la lezione da un’altra prospettiva: quella da dietro il banco, seduti di fianco al nostro migliore amico, attenti o distratti, a scambiarci messaggi appallottolati o a prendere furiosamente appunti.

Perché non giocare a tornare dietro quel banco, questa volta da adulti?

(altro…)


MASCHERE: PER CONOSCE-RE/-RSI

Gesù, il contatto con se stessi e con l’altro

Giovanni afferma che Gesù “conosceva quello che era nell’uomo”. Cristo non è venuto soltanto per rivelare all’umanità chi è Dio, ma è venuto anche a dirci chi è l’uomo. Chi siamo veramente lo sapeva e lo sa solo lui, perché egli è stato pienamente uomo. Gesù, oltre a manifestarci il volto del vero Dio (“Chi ha visto me, ha visto il Padre” – Gv 14,9), fa lo stesso con il volto del vero uomo: “Ecco l’uomo!” (Gv 19,5).

(altro…)


VIDEOMAKER… CIAK… AZIONE!

Piccoli registi crescono

Il cinema ha un fascino innegabile sui bambini.

In particolare, le ultime generazioni sono nate e cresciute sempre circondate da immagini. La realizzazione di un video diventa allora un’occasione per non fermarsi al ruolo di spettatore, bensì per assumere un approccio più creativo (e, perché no, critico), che riconosca ed eserciti questa nuova forma d’espressione.

(altro…)


IL PASSATO NEL PRESENTE

Disegnare, scrivere e raccontare. Chi non dimentica, impara

Perché lo facciamo…

L’obiettivo è comunicare ai propri figli il concetto di memoria, non inteso come ricordo a breve termine, ma come salto all’indietro per guardare avanti. Risalire con la memoria fino ad anni il più possibile lontani, per aiutarlo a capire che, allo stesso modo, anche lui, come i suoi genitori, nonni, antenati, farà parte della storia.

In particolare, è giusto che sappia a che cosa è dedicata la Giornata della Memoria e quanto è importante che il ricordo di quanto avvenuto nell’ultimo secolo del Millennio scorso resti vivo nel presente.

(altro…)