#Risposta.LoSpiazzo

(RI)SCALDIAMO I CUORI

Quando il riscaldamento “raffredda” gli animi

Caro Spiazzo,

alleno una squadra di calcio e ho bisogno di un vostro consiglio. Da qualche tempo i ragazzi si lamentano all’inizio degli incontri di stanchezza o crampi, il più delle volte per saltare il riscaldamento (ma poi li vedo correre a prendersi la bottiglietta d’acqua alle macchinette), oppure arrivano proprio tardi e, quando dico loro di scaldarsi, protestano e dicono di essere già pronti. Capisco che questa non sia la fase più divertente del pomeriggio, ma è necessario se vogliono diventare più bravi e lavorare anche meglio come squadra. Cosa posso fare per farglielo capire?

Grazie,

Claudio

(altro…)


PARI… OSTILITÀ

Se il pareggio brucia più della sconfitta

Caro Lo Spiazzo,

ultimamente alla mia squadra sono capitati tre pareggi di fila e i ragazzi la stanno prendendo davvero male. Come posso aiutarli ad accettare che non sempre si vinca e a vivere il pareggio in modo costruttivo e positivo?  Avete qualche consiglio? Grazie

Dario

(altro…)


O CAPITANO, MIO CAPITANO!

Come si sceglie (e si spiega) un caposquadra?

Buongiorno staff de Lo Spiazzo,

mi chiamo Claudio e faccio l’allenatore di calcio in un piccolo centro sportivo. Quando si tratta di scegliere il capitano della squadra i ragazzi si lamentano sempre e fatico a far capire loro l’importanza e il perché di questa scelta. Avete qualche consiglio da darmi?

Claudio

(altro…)


ALLE PRESE CON GLI ADOLESCENTI

Pace, “adultità”, appartenenza… e non solo!

Caro Lo Spiazzo,

siamo genitori di un adolescente di 13 anni. L’età di nostro figlio è difficile da gestire e in molte situazioni ci chiediamo quale sia il giusto modo di porsi e quali siano i suoi reali bisogni, che lui non ci comunica apertamente. Non è più un bambino, ma non è neanche adulto… Avreste qualche consiglio da darci?

Grazie

Marco e Silvia

(altro…)


ESTREMAMENTE SPORT

Come gestire i momenti “estremi” di alcuni sport

Buongiorno Spiazzo,

sono un allenatore di una piccola squadra di ciclismo e ultimamente sto avendo dei problemi con uno dei ragazzi che seguo. Abbiamo cominciato ad affrontare percorsi più impegnativi, ma quando ha visto alcune delle discese si è spaventato al punto che ha voluto rinunciare, per paura di farsi male. Dopo un mio primo tentativo di spronarlo, ho capito che proprio era impossibile liberarlo in quel momento da quella specie di panico. Con altri suoi compagni ho invece il problema opposto: a volte sembra che non si rendano neanche conto di avere dei limiti, come tutti.

Come posso aiutare a superare la paura e a riconoscere i pericoli?

Grazie,

Matteo

(altro…)


“APP” AND DOWN

Alti e bassi nella comunicazione in famiglia

Buongiorno Redazione Lo Spiazzo,

mi chiamo Micaela, ho un marito e due figli, di 14 e 8 anni. So che non dico niente di nuovo, ma sono davvero intristita dal fatto che a casa nostra, anche nei pochi momenti in cui siamo tutti assieme, il dialogo lascia il posto al silenzio e la famiglia è solo più uno slegato insieme di individualità. Senza contare che quegli immancabili telefonini sono sempre ovunque, a tavola, sul divano, sui libri di scuola…

A volte penso che non ci sia soluzione, però mi dà fastidio arrendermi così…

Che ne pensate? Grazie.

Micaela

(altro…)


ANIMAZIONE DA… MECENATI

Dalla vita di Peggy Guggenheim, un’ispirazione per le animatrici

In occasione dell’imminente festa della donna (anzi, della Giornata Internazionale della Donna), abbiamo pensato ad un’uscita speciale per celebrarne il significato e il messaggio.

La giornata della donna vuole far memoria delle conquiste sociali, politiche ed economiche ottenute dalle donne e vuole ricordare (per combattere e annientare) le discriminazioni e le violenze che ancor’oggi esse devono subire, in tutto il mondo.

In tutti e sei i “mondi” del nostro sito, dunque, usciamo questa settimana in contemporanea su questo unico tema: la donna. Seppur differenziando, di “mondo” in “mondo”, la categoria di articolo (intervista, pensiero, domande pervenute alla redazione…).

(altro…)


RITUALI DI SQUADRA!

Dal rito post-partita al registro delle emozioni…

Buongiorno equipe dello Spiazzo,

sono un allenatore di calcio e quest’anno per la prima volta mi trovo ad allenare una squadra di “piccoli amici” (bambini di età compresa fra i 6 e i 7 anni).

Mi piacerebbe avere qualche consiglio su come cercare di gestire al meglio i risultati in caso di sconfitta, tenendo anche conto della loro età, in modo da dare la sensazione di non cadere troppo nella consolazione.

Grazie,

Simone

(altro…)


TIFO DI SQUADRA

Caro Spiazzo,

sono l’allenatore di una squadra di ragazzi delle scuole medie. Ultimamente ho molti problemi con dei genitori che, nei momenti di tifo, si lasciano troppo trasportare dall’emotività, insultando gli avversari, oppure mettendo in discussione la mia stessa autorevolezza o le decisioni dell’arbitro (specialmente nel caso la partita non abbia il risultato sperato). E spesso trascinando con loro anche altri parenti e amici dei ragazzi presenti sugli spalti.

Non metto in dubbio che siano persone dotate di buona volontà e di tanta passione per i loro figli: ma come posso fargli comprendere gli effetti che un tale comportamento può influire negativamente su tutti i ragazzi della squadra (e non solo sui loro figli)?

Giulio
(altro…)