allenatori_sport.LOSPIAZZO

FIBRE ROSSE, FIBRE BIANCHE E…

Talent scout di noi stessi

Far crescere le proprie potenzialità

Ogni muscolo è fatto di fibre: ne esistono di tre tipi e ciascuna è adibita ad un certo ruolo. Quelle rosse sono adatte al lavoro lento e sulla durata: mostrano una grande resistenza alla fatica; possono rimanere a lungo in contrazione.

Quelle bianche compensano perfettamente: sono a contrazione più veloce e più adatte a lavorare sulla rapidità.

Esistono poi delle fibre intermedie, che possono evolvere in bianche o rosse, a seconda dell’allenamento cui vengono sottoposte.

Proponiamo di partire dalle fibre non per fare una lezione di anatomia, ma perché ogni ragazzo è come una piccola fibra: ciascuno ha delle caratteristiche specifiche, punti di forza e fragilità.

(altro…)


ESTREMAMENTE SPORT

Come gestire i momenti “estremi” di alcuni sport

Buongiorno Spiazzo,

sono un allenatore di una piccola squadra di ciclismo e ultimamente sto avendo dei problemi con uno dei ragazzi che seguo. Abbiamo cominciato ad affrontare percorsi più impegnativi, ma quando ha visto alcune delle discese si è spaventato al punto che ha voluto rinunciare, per paura di farsi male. Dopo un mio primo tentativo di spronarlo, ho capito che proprio era impossibile liberarlo in quel momento da quella specie di panico. Con altri suoi compagni ho invece il problema opposto: a volte sembra che non si rendano neanche conto di avere dei limiti, come tutti.

Come posso aiutare a superare la paura e a riconoscere i pericoli?

Grazie,

Matteo

(altro…)


DIETRO IL CAMPO

Far conoscere per formare ed educare al rispetto

In ogni contesto socio-culturale che coinvolge i ragazzi, non è mai un numero ristretto di persone a redigere dei progetti: ciò avviene anche nelle società sportive.

Quando si programmano gli allenamenti, le gare o i tornei, c’è bisogno di molto lavoro. E a più livelli. Il merito non è solo degli allenatori, nonostante il loro sia un ruolo fondamentale e irrinunciabile: il lavoro sul campo è ciò che esteriormente si vede, ma più o meno “dietro le quinte” ci sono tante altre persone coinvolte, con tanti compiti diversi.

(altro…)


PER FARE UNO SPORTIVO…

… ci vuole un seme (e del terriccio, dell’acqua…)

L’attività sportiva: un piccolo ecosistema nella vita del ragazzo.

Quando un giovane atleta attraversa la soglia del centro sportivo per la prima volta, viene piantato un seme; toccherà all’allenatore prendersene cura e tener conto di tutto ciò che “entra in campo” nella sua crescita.

(altro…)


NON VINCERE, MA PARTECIPARE

Sempre che sia possibile…

In occasione dell’imminente festa della donna (anzi, della Giornata Internazionale della Donna), abbiamo pensato ad un’uscita speciale per celebrarne il significato e il messaggio.

La giornata della donna vuole far memoria delle conquiste sociali, politiche ed economiche ottenute dalle donne e vuole ricordare (per combattere e annientare) le discriminazioni e le violenze che ancor’oggi esse devono subire, in tutto il mondo.

In tutti e sei i “mondi” del nostro sito, dunque, usciamo questa settimana in contemporanea su questo unico tema: la donna. Seppur differenziando, di “mondo” in “mondo”, la categoria di articolo (intervista, pensiero, domande pervenute alla redazione…).

(altro…)


RITUALI DI SQUADRA!

Dal rito post-partita al registro delle emozioni…

Buongiorno equipe dello Spiazzo,

sono un allenatore di calcio e quest’anno per la prima volta mi trovo ad allenare una squadra di “piccoli amici” (bambini di età compresa fra i 6 e i 7 anni).

Mi piacerebbe avere qualche consiglio su come cercare di gestire al meglio i risultati in caso di sconfitta, tenendo anche conto della loro età, in modo da dare la sensazione di non cadere troppo nella consolazione.

Grazie,

Simone

(altro…)


FILTRI D’ALLENATORE

Dare le giuste tonalità all’immagine dello sport

Quando si parla di sport, gli allenatori hanno un difficile interlocutore: i media.

Difficile perché, in apparenza, non possono “rispondere”. La televisione e i quotidiani parlano e noi possiamo solo ascoltare. E se è pur vero che con i social è sempre più possibile “mettere in discussione” quello che prima riceviamo passivamente, la conversazione si concentra ancora solo su certi temi e con certe sfumature.

(altro…)


NAVIGARE IN SQUADRA

“Diario di bordo” per conoscersi, relazionarsi e crescere

“Diario di bordo”: registro su cui il comandante di una nave annota tutte le informazioni inerenti alla navigazione e gli avvenimenti del viaggio.

Se siamo abituati ad associare questo termine ad un solo contesto, appunto quello della navigazione, forse non abbiamo mai pensato ad un’accezione diversa.

Per un attimo, proviamo a pensare all’associazione sportiva come ad una nave; allora l’allenatore diventa il comandante e i ragazzi della squadra compongono il suo equipaggio.

(altro…)


L’ARTE DELLA TIFOSERIA

Giovani energie e tanta creatività come supporter

Continuiamo a parlare della relazione fra tifosi e squadre sportive.

Fino ad ora abbiamo visto come coinvolgere i tifosi-parenti, ma che cosa fare col tifoso adolescente, amico e coetaneo del giocatore?

L’adolescenza è quel periodo di grandi energie emotive (che nel tifo può avere una valvola di sfogo non sempre positiva), in cui l’influenza e il giudizio dei coetanei hanno un peso notevole sulla vita e sulle scelte degli adolescenti, anche più di quelli di genitori e/o di altri parenti.

Come coinvolgere allora questi tifosi adolescenti, aiutandoli a gestire le loro energie e tensioni prima che esplodano negativamente nel momento della partita?

(altro…)